QUANDO ANDARE

IL PERIODO MIGLIORE PER ANDARE IN ISLANDA

Ancora una volta dobbiamo ringraziare la corrente del Golfo se l'Islanda gode di un clima di tipo oceanico con estati fresche e inverni piuttosto miti al contrario dell'immaginario collettivo. Le medie stagionali islandesi assomigliano molto a quelle delle località alpine del sud dell'Europa. Nevicate e cielo sereno si possono alternare velocemente anche più volte in un giorno e questo fa si che si possa dire che L'Islanda ha un meteo molto variabile.

Senza ombra di dubbio il periodo di maggior affluenza turistica è l'estate, da giugno ad agosto, quando la luce accompagna i viaggi per tutto il giorno e si può assistere al sole di mezzanotte. Ma se cercate qualcosa di veramente affascinante, unico, per un soggiorno epico in Islanda vi consiglio l'autunno quando il "foliage nordico" colora l'isola con le sfumature di rosso, giallo e marrone fino all'arrivo dell'inverno per la lunga notte polare dove è più facile godere dell'incantesimo dell' Aurora Boreale anche se questa meraviglia di luce della natura  danza nel cielo con i suoi raggi colorati già dalla metà di settembre fino alla metà di aprile 

QUANDO ANDARE IN ISLANDA SE VUOI VEDERE ..

Pulcinelle di mare

Per la gioia di birdwatching e fotografi, all'arrivo della primavera nel mese di aprile la pulcinella di mare divinamente comica arriva in numero enorme (circa 10 milioni di uccelli) per la stagione riproduttiva, partendo per climi più caldi entro metà agosto. Ci sono colonie di pulcinelle di mare in tutto il paese.

QUANDO ANDARE IN ISLANDA SE VUOI VEDERE ..

Sole di mezzanotte

Fatta eccezione per l'isola di Grímsey, l'Islanda si trova appena a sud del Circolo Polare Artico. Tuttavia, intorno al solstizio d'estate (21 giugno) è possibile vedere il sole di mezzanotte (quando il sole al tramonto non scende completamente sotto l'orizzonte), soprattutto nel nord del paese. La luce del giorno senza fine è perfetta per visitare le attrazioni naturali nelle ore piccole, evitando le folle di punta durante il giorno

Da marzo a ottobre

a marzo L'inverno è ufficialmente finito in altre parti del mondo, ma non è il momento di iniziare a festeggiare qui. Il paese si sveglia dal suo sonno; attività invernali come lo sci sono popolari con l'aumentare delle ore diurne. La Pasqua è celebrata in modo tradizionale (caccia alle uova di Pasqua e agnello arrosto) e la primavera è nell'aria. Le giornate si allungano e il mercurio sale, il che significa vegetazione dopo lo scioglimento della neve, oltre all'arrivo di migliaia di uccelli migratori.

Maggio è la stagione delle spalle e non è un brutto mese per visitarla, appena prima che la stagione turistica inizi sul serio. Goditi i prezzi prima che aumentino, oltre a giornate che si allungano, fiori primaverili e birdwatching di prim'ordine

Giugno Ciao Estate! Inizia la stagione turistica breve, acuta, di tre mesi. Pro: il tempo migliore, luce diurna quasi infinita, la scelta di tour ed escursioni, la migliore scelta di alloggi. Contro: grandi folle, prezzi di punta, la necessità di prenotare tutti gli alloggi.

luglio

Il ritmo del festival islandese accelera insieme a un (si spera) in aumento della temperatura e a un netto aumento del numero di turisti. Aspettatevi strade trafficate, sentieri affollati, accampamenti gremiti, pensioni senza posti vacanti ecc. E prenotate in anticipo

agosto

L'intensa stagione turistica continua a ritmo sostenuto, con gli europei del sud che volano verso nord per le vacanze. A metà mese le pulcinelle di mare sono partite (e anche alcune balene); a fine agosto i ragazzi del posto sono tornati a scuola e le notti si stanno allungando.

settembre

Gli arrivi di turisti diminuiscono in modo significativo ei prezzi scendono, rendendo questo un buon momento per visitare. Il tempo può ancora essere piacevole, ma gli hotel, le attrazioni e i servizi solo in estate sono chiusi. Le strade dell'altopiano sono chiuse entro la fine del mese.

ottobre

Ottobre segna l'inizio ufficiale dell'inverno, con temperature più fresche, notti più lunghe e l'apparizione dell'aurora boreale.

QUANDO ANDARE SE VUOI PROVARE ...

Caratteristica: grotte di ghiaccio

Le visite invernali alle grotte di ghiaccio sono molto richieste. Queste gloriose caverne di squisita luce blu sono accessibili (di solito ai margini del ghiacciaio) solo da novembre a marzo: possono essere viste solo in condizioni di freddo e diventano instabili e pericolose quando fa caldo. Le grotte di ghiaccio temporanee vengono create di nuovo ogni stagione dalle forze della natura e vengono esplorate da esperti locali. Essi devono essere visitati con guide, che garantirà la sicurezza e l'attrezzatura giusta. Come per le escursioni sul ghiacciaio, i tour generalmente prevedono l'attrezzatura (ramponi, caschi, ecc.), Quindi guidare fino al bordo del ghiacciaio e fare una passeggiata per raggiungere la destinazione. Sono necessarie una forma fisica e una mobilità ragionevoli.

Con la loro rapida crescita in popolarità, le grotte di ghiaccio più grandi e accessibili possono diventare affollate e affollate quando arrivano i gruppi di turisti (da Reykjavík). Accade spesso che i gruppi guidati visitino tutti la stessa grotta: alcuni turisti sono delusi di trovare code di visitatori in attesa di entrare. Per questo motivo, alcune compagnie di tour offrono tour privati ​​a grotte più remote: questi tour sono più lunghi, più costosi e generalmente richiedono un livello di fitness più elevato per essere raggiunti.

C'è un numero crescente di aziende che offrono visite alle grotte di ghiaccio. I tour di un giorno da Reykjavík a questa zona non sono un'idea particolarmente buona, a causa del tempo di viaggio (da Reykjavík a Skaftafell sono quattro ore di macchina, solo andata). Ti consigliamo di andare con un'azienda locale. From Coast to Mountains e la sua consociata Local Guide sono gli esperti regionali di grotte di ghiaccio nel sud-est e possono portarti in alcune grotte private più remote se hai più tempo, resistenza e denaro (puoi persino passare una notte in un ghiaccio grotta, dovresti osare).

PISCINE GEOTERMICHE 

Una meraviglia naturale fortemente legata alla cultura islandese è l'uso di acqua calda o geotermica. La spa è un'invenzione moderna, ma godersi i vari benefici per la salute del bagno nelle terme è una tradizione islandese che risale all'insediamento. Snorri Sturluson, il famoso storico e autore del XII secolo, era un prolifico appassionato di terme secondo gli standard moderni e fece costruire la sua piscina termale in modo da poter immergersi nell'acqua calda ogni volta che l'umore lo colpiva. Dei tredici bagni noti per essere stati utilizzati nei primi giorni della società islandese, quattro sono ancora in piedi.

Eventi

febbraio

Il mese più freddo in molte parti dell'Islanda, anche se la vita quotidiana nella capitale può sembrare incontaminata. La campagna può essere panoramica sotto la neve, ma è per lo più buio: ci sono solo dalle sette alle otto ore di luce al giorno.

Festival delle luci invernali

Reykjavík brilla con questo inverno caldo di quattro giorni che comprende la Notte dei musei e la Notte delle piscine (musei e piscine aperti fino a tardi), oltre a monumenti illuminati, installazioni luminose e concerti. Vedi www.winterlightsfestival.is.